È facile asserire che l’Italia è il “Bel Paese” ma, per quanto mi riguarda, è sempre un’emozione unica scoprire fino a che punto può spingersi la sua bellezza.

Tale stupore me lo ha regalato questa volta, la Puglia.

Una regione nota principalmente per ‘lu sule, lu mare, lu jientu’. Eppure, basta spingersi un po’ più in là delle apparenze, per scoprire una ricchezza di arte, cultura e natura da lasciare senza fiato.

Tutto questo mi è stato regalato in un weekend nel cuore del Gargano, nel borgo di Monte Sant’Angelo.

La prima tappa, in provincia di Barletta, Andria, Trani è stato il “Castel del Monte”, fortezza fatta costruire da Federico II detto “Stupor Mundi” intorno al 1240. Tale costruzione suscita un fortissimo fascino sia per la sua imponenza, sia perché intorno al suo utilizzo sono state fatte, in passato, diverse ipotesi: da residenza di caccia, a centro di benessere, a ‘tempio del sapere’ dove cioè, Federico II di Svevia si dedicava allo studio delle scienze, ne parlo in dettaglio qui.

La seconda tappa del viaggio è stato l’antico Borgo di Monte Sant’Angelo, un borgo che si trova a Nord Est di Foggia, nel cuore del Gargano.

La Puglia che non ti aspetti

Monte Sant’Angelo ha molto da offrire nonostante sia molto piccolo. Innanzitutto un’autentica e suggestiva chiesa ricavata direttamente nella roccia. Dedicata a San Michele Arcangelo, si tratta di uno dei posti più suggestivi che io abbia mai visitato. Proprio nella grotta in cui sorge la chiesa, si pensa sia apparso l’arcangelo intorno all’anno 500. Da allora il santuario dedicato a San Michele Arcangelo è stato luogo di molti pellegrinaggi, soprattutto di persone che, dirigendosi in terra santa, si fermavano qui di passaggio.

Il luogo ha mantenuto tutto il suo fascino, ed è una tappa imperdibile se avete intenzione di fermarvi nel Gargano qualche giorno. La rivista america National Geographic ha inserito la Sacra Grotta dell’arcangelo Michele tra le dieci grotte più belle del mondo (l’unica italiana!).

Ma Monte Sant’Angelo non ha solo questo da offrirvi. Non è  solo il Santuario a renderlo un luogo speciale. La sua particolare posizione, il suo centro storico (denominato rione Juno) bianco candido, il castello, la vista mozzafiato.

La Puglia che non ti aspetti

Perdete qualche ora a girare fra le viuzze, preferibilmente di sera, alla luce di una luna primaverile (o autunnale). Così il bianco che vi circonda risalterà nell’oscurità e l’atmosfera sarà particolarmente romantica.

La Puglia che non ti aspetti

Non dimenticate di assaggiare le prelibatezze del luogo: sopratutto le orecchiette con le cime di rapa e un liquore chiamato limonulivo (un misto tra un limoncello e un amaro). Si lo so, il nome non ispira fiducia, ma è veramente ottimo!

A questo punto, il secondo giorno avete due possibilità: dirigervi verso il mare e godervi la costa, oppure inoltrarvi nel cuore del parco del Gargano, nella foresta Umbra. Io, ho optato per la seconda opzione. Così chiamata per via della fitta vegetazione che fa “ombra”, è un luogo dove ritrovare la pace, il silenzio ed il contatto con la natura.

La Puglia che non ti aspetti

La Puglia che non ti aspetti

Non è un posto facile da raggiungere, e la strada è abbastanza scomoda da percorrere. Si possono scegliere diversi percorsi da seguire e, teoricamente, dovrebbe essere segnati sugli alberi durante il tragitto.

Io questo non l’ho trovato vero, mi sono anche persa un paio di volte, e non ho potuto terminare il percorso, sono dovuta tornare indietro (:) ). Ma è molto probabile che la colpa sia del mio scarsissimo senso dell’orientamento.

La foresta però, è molto bella e vale la pena di essere visitata. Soprattutto nel periodo primaverile tra marzo e maggio, quando sbocciano le orchidee spontanee del Gargano. Un’esplosione di colori che vanno dai più brillanti ai più chiari, dalle forme più classiche a quelle più particolari.

Devo dire che, per quanto io ami le grandi città, la storia e l’arte, sto scoprendo la bellezza, la pace, la suggestione dei nostri piccoli borghi italiani e delle loro peculiarità. Probabilmente nei prossimi mesi dirigerò la mia attenzione verso questo tipo di viaggi.

Informazioni utili:

Dove dormire: Arciuolo Bnb, è un posto splendido, al centro del paesino e soprattutto, molto pulito ed economico.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *