La partenza.

Dopo aver superato il mese di gennaio senza contrarre la cirrosi epatica.

Dopo aver esaurito le lacrime nel salutare i miei amici.

Dopo aver sostenuto l’ultimo esame (rimandato più volte negli ultimi tre anni) con il pericolo di non tornare a casa causa neve. E dopo aver fatto il trasloco Roma – Calabria sotto la suddetta neve (da notare che l’ultima volta che è nevicato a Roma sono passati almeno 5 anni!).

Di mercati e di provincialità

Mi piacciono i mercati: i venditori che urlano, la frutta, le bancarelle con gli aggeggi più strani, le buste piene della spesa, i colori, i suoni e soprattutto gli odori.

Nei mercati si trovano profumi di ogni tipo: di pane appena sfornato, di salami e formaggi, di improbabili oggetti di plastica, vestiti nuovi e soprattutto il profumo di frutta e verdura.

Primo viaggio da sola all’estero: Malaga

Dopo il mio primo viaggio da sola di cui ho parlato qui,  ho deciso di partire per una nuova avventura alzando un po’ le difficoltà organizzando il mio primo viaggio da sola all’estero

Lo so, Malaga non è certo una destinazione pericolosa ed in generale la Spagna non è una nazione difficile, proprio per questo ho optato per una meta del genere, è necessario sfidare i propri limiti un po’ alla volta!

Un pomeriggio al roseto comunale di Roma

Il roseto comunale di Roma, ubicato vicino al circo Massimo (via di Valle Murcia, 6) è un luogo magico. Il profumo che scaturisce dalle rose è così forte e intenso che mi ha fatto girare più volte la testa.

Sono presenti più di 1100 varietà di rose dalle specie più antiche, a quelle più recenti, provenienti da tutti gli angoli della terra: dall’America all’Europa, passando per l’Asia.

Purtroppo per diversi motivi, anche futili, ho rimandato più volte la visita e solo oggi sono riuscita a visitare il roseto. Con mio dispiacere, più della metà delle rose erano già in avanzato stato di fioritura e addirittura di molte specie è rimasto soltanto il cespuglio.

Ovviamente non mi sono fatta prendere dallo sconforto, ma ho cercato di godermi il più possibile tutto il bello che è ancora rimasto in questo giardino (se volete visitarlo affrettatevi perchè chiuderà giorno 18 giugno).

La Puglia che non ti aspetti

È facile asserire che l’Italia è il “Bel Paese” ma, per quanto mi riguarda, è sempre un’emozione unica scoprire fino a che punto può spingersi la sua bellezza.

Tale stupore me lo ha regalato questa volta, la Puglia.

Una regione nota principalmente per ‘lu sule, lu mare, lu jientu’. Eppure, basta spingersi un po’ più in là delle apparenze, per scoprire una ricchezza di arte, cultura e natura da lasciare senza fiato.

Il mio primo viaggio da sola: direzione Firenze

Sveglia alle cinque del mattino. Zaino in spalla e corsa alla stazione. Preso il treno per un soffio. Comincia così il mio primo viaggio da sola, direzione: Firenze.

La notte prima di partire ho dormito malissimo, sogni agitati, teste mozzate e via dicendo, sarà stata l’apprensione per l’imminente partenza, o forse perchè sono in trip con Games of Thrones, non sono sicura. Fatto sta che ho preso il treno all’ultimo momento e la corsa appena sveglia non ha giovato al mio umore.

Vivere in Canada: tra sogno americano e consumismo

Che tipo di nazione è il Canada? Perché tutti vogliono emigrare in questo Stato? Qual è il suo segreto? Andrei a vivere in Canada?
Con queste domande per la testa ho preso l’aereo. Non riuscivo ad immaginare cosa avrei trovato: che tipo di società, che tipo di architettura, quali cibi e quale storia. Tutto quello che sapevo con certezza è che nessun italiano emigrato  in Canada è mai tornato indietro.